Un dolore ha spesso bisogno di più tipi di terapie per essere risolto

Qual è la cosa che caratterizza le sedute presso il mio studio?
La capacità di integrare all’interno della stessa più tipi di terapie.
Cerco di spiegarmi meglio…

La passione per risolvere i problemi dei miei pazienti mi ha portato spesso a cercare di usare diversi tipi di strategie terapeutiche. Da questa nasce il mio costante desiderio di aggiornarsi e integrare, in studio, tutte le novità tecnologiche importanti che possono aiutare a rendere più efficace il mio intervento.
Come in medicina vengono usati più principi attivi per curare una patologia, io credo si possa concepire una seduta di fisioterapia in cui si debbano utilizzare più stimoli per aumentare l’efficacia e quindi, la qualità del trattamento.

Questo permette al terapista di cucire una seduta sulle esigenze del singolo paziente. Non tutti i mal di schiena (per citare un problema diffuso e spesso invalidante) infatti possono essere curati con le stesse terapie, con lo stesso tipo di intervento, non siamo mica robot! Più facilmente invece la giusta cura si trova nell’utilizzare, con dosi differenti, più tipi di terapie, che siano terapie fisiche (tecar, lasermagnetoterapia) o manuali (terapia manuale, fibrolisi, massaggi, linfodrenaggio) o più di movimento (core stability, rieducazione posturale, esercizi di propriocezione e rinforzo).

Da qui nasce quella che, penso sia, la cosa più particolare dello studio: attenendosi anche alle indicazioni del medico, il fisioterapista utilizza all’interno della stessa seduta più tecniche terapeutiche, più terapie fisiche ed eventualmente accede anche alla palestra per impostare l’esercizio terapeutico che viene poi lasciato a domicilio.

Questo modo di lavorare ci permette di considerare il paziente in tutta la sua complessità, in tutti i suoi aspetti. È così che spesso per risolvere magari un problema ad un ginocchio dobbiamo trattare anche la caviglia o l’anca, piuttosto che ci si può accorgere che il problema ad una spalla dipende dalla rigidità del torace o da una debolezza dei muscoli fissatori. Cioè il terapista allarga la zona di indagine e di intervento per arrivare a trattare con la tecnica più idonea, e la strumentazione più adatta, quella che è la causa principale del problema utilizzando tutti gli strumenti a disposizione.

Penso che questa sia la caratteristica principe che rende speciale la cura e la risoluzione dei problemi nel mio studio di fisioterapia: manualità e tecnologia nelle mani del fisioterapista al servizio del paziente, tutto in un’unica seduta.